Mondo SLA

La SLA nel mondo (Irlanda, Cuba, India)

Come la Sla nel mondo sia distribuita e qual è l’incidenza della malattia su popolazioni diverse dalla nostra, sono due delle domande a cui è più difficile dare risposta per carenza di dati e informazioni. Noi tutto questo lo abbiamo chiesto alla Dott.ssa Cristina Moglia del CRESLA di Torino.

La SLA nel mondo (Irlanda, Cuba, India)

Come già detto nel paragrafo iniziale reperire delle informazioni sulla Sla in continenti come l’Africa, l’Asia e il Sud America è molto difficile. Di conseguenza ci siamo rivolti alla Dott.ssa Cristina Moglia che attraverso la sua tesi di laurea ha studiato come la Sla si manifesta al di fuori dei confini nazionali. In effetti la sua ricerca ha evidenziato che in molti paesi esiste un registro di pazienti Sla. Sicuramente in Europa chi attenziona maggiormente la malattia sono Olanda, Irlanda, Francia dove sono presenti appositi registri. Invece, tra le nazioni extraeuropee che possiedono una buona banca dati ci sono Cuba e ovviamente gli Stati Uniti. Inoltre alla Dott.ssa Moglia abbiamo chiesto quale sia l’incidenza della malattia in un paese come l’India che, per la produzione di cotone, attualmente utilizza molte sostanze chimiche. Bene, in questo paese non ci sono dimostrazioni e dati sufficienti che confermano questa correlazione. Ad oggi esclusi i paesi appena menzionati, la maggior parte dei pazienti delle altre nazioni non sono stati censiti.

Dai registri si può capire quanto la Sla sia ereditaria?

Questa è un’altra domanda che abbiamo rivolto alla Dott.ssa Moglia. In Italia negli ultimi anni l’ereditarietà della malattia è particolarmente approfondita. Lo studio della proteina SOD-1 ne è un esempio. E la dottoressa ci ha ben spiegato che nei prossimi anni con l’acquisizione di più informazioni, soprattutto in quei paesi dove ora mancano, l’ereditarietà sarà uno dei principali fattori che i medici ricercatori andranno a valutare. L’unica certezza è che i casi di Sla che avremo nel 2040 saranno triplicati rispetto ad oggi. Sicuramente è difficile racchiudere un’intervista di 45 minuti, di un medico specialista neurologo come la Dott.ssa Moglia, in un solo articolo. Pertanto ti invitiamo ad ascoltare il podcast integrale nell’apposita sezione del sito di Radio ISAV. Oppure sul nostro canale YouTube RADIO ISAV playlist Mondo Sla per ascoltarla in formato video. Se l’articolo ti è stato utile e vuoi saperne di più sulla Sla e sulle sperimentazioni attualmente in atto clicca qui.

Condividi su

Facebook Comments

isav Onlus malati SLA Abruzzo

Iscrizione Newsletter

Ricevi le news e I podcast di ISAV via email!

Ultimi articoli

AIUTACI A SOSTENERE I MALATI DI SLA E LE LORO FAMIGLIE

PUNTO DI ASCOLTO

seguici sui social

Radio ISAV Musica News Rubriche Attualità Podcast