Podcast

Mondo SLA – LEGGE SUL DOPO DI NOI – puntata del 4 dicembre

Legge sul Dopo Di Noi

 

Le Legge sul Dopo Di Noi e il suo fallimento sono riconducibili al progetto pilota denominato Radar. In effetti la “Rete Abruzzese per il Dopo Di Noi e l’Autonomia residenziale” non ha prodotti i risultati sperati. Con la conseguenza che La Legge sul Dopo Di Noi non è mai diventata uno strumento utile per le persone con disabilità che cercano la propria indipendenza.

Legge sul Dopo Di Noi e progetto Radar con obiettivi comuni ma con evidenti carenze progettuali

La Legge sul Dopo Di Noi ha la finalità di favorire l’indipendenza delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Per altro è stato anche l’obiettivo, nel 2010, del progetto Radar. Il progetto pilota che doveva testarne l’effettiva fattibilità. Invece tutto ciò ha finito che inceppare un meccanismo già concettualmente molto complesso. Difatti gli errori e le approssimazioni commessi nella stesura del progetto ne hanno sensibilmente compromesso i risultati. In particolare nel progetto Radar mancano elementi fondamentali tra cui: l’analisi dei risultati intermedi (milestone e derivables), l’individuazione e la mappatura di tutti gli stakeholders coinvolti e il vincolo costi, tempo, qualità. In più nella stesura del progetto non è mai stato definito chi fa cosa.

Un cronogramma che non tiene conto degli enti del terzo settore e di conseguenza degli aspetti socio-culturali

Anche il cronogramma del progetto Radar dimostra che non si è avuta la giusta attenzione nei confronti degli stakeholders coinvolti. Difatti il mancato coinvolgimento e la mancata integrazione nel progetto di associazioni e di enti di altri settori (sociale, sanità, lavoro, tempo libero, sport ecc.)  hanno portato a sottovalutare gli aspetti socio-culturali. Aspetti cruciali in un’ottica di miglioramento della qualità di vita della persona disabile e della sua famiglia. In realtà la mancata consapevolezza, sicurezza e visione positiva del proprio futuro in una unità abitativa diversa dalla propria, hanno portato le persone a non aderire al progetto Radar. Un grandissimo errore che tutt’ora si riversa sulla Legge Dopo Di Noi. 

Osservazioni redatte alla Regione Abruzzo sulla Legge Dopo Di Noi e il ruolo della domotica  

Il 20 maggio 2021 la Regione Abruzzo ha richiesto alle associazioni dei pazienti di fornire le proprie osservazioni sulla ripartizione dei fondi tra i diversi interventi previsti per la Legge Dopo Di Noi. L’associazione ISAV è stata chiara soprattutto su 2 punti. Fin dal primo momento ha posto attenzione sugli aspetti socio-culturali. Nello specifico ha ritenuto opportuno ridurre il budget (e non le risorse umane) per i percorsi di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare a patto che a occuparsi di questo aspetto siano proprio le stesse associazioni. Associazioni che essendo no-profit non hanno bisogno di compensi. Ha poi sottolineato quanto sia importante spostare altre risorse sulla domotica. Domotica fondamentale per restituire dignità, operatività e indipendenza alle persone con disabilità.

Per saperne di più e approfondire la Legge sul Dopo Di Noi clicca sul tasto play a inizio pagina. Puoi riascoltare la puntata anche su Youtube canale Radio ISAV – playlist Mondo Sla. Nelle registrazioni è possibile ascoltare anche le domande fatte in diretta da tutti i pazienti Sla che hanno interagito.

Mondo Sla, il primo programma di approfondimento in Italia sulla Sla, è offerto dall’azienda Vitalaire e Medicasa

Condividi su

Facebook Comments

isav Onlus malati SLA Abruzzo

Iscrizione Newsletter

Ricevi le news e I podcast di ISAV via email!

Categorie

Ultimi podcast